Energy Technology, le Lavoratrici e i Lavoratori conquistano il loro primo Contratto Aziendale
12 Giugno 2024

Nella giornata di ieri, 11 giugno 2024, è stata approvato dalle Lavoratrici e dai Lavoratori il primo Contratto Aziendale in Energy Technology, un’importante azienda del territorio che occupa circa 150 lavoratori.

Energy Technology è un’eccellenza nello sviluppo e produzione di impianti di illuminazione aereoportuali, di elettronica di potenza per applicazioni speciali (scientifiche, fisiche, biomedicali) ed è inoltre impegnata in numerosi progetti riguardanti l’industria avanzata di acceleratori di particelle, fisica del plasma e della fusione.

L’accordo è particolarmente importante per varie ragioni.

  • Questo è il primo contratto aziendale che si firma in Energy Technology.
  • Energy Technology occupa prevalentemente tecnici e ingegneri di altissima qualifica professionale.
  • La contrattazione aziendale introduce norme importanti in merito al tema dei diritti e delle tutele.

A tal proposito desideriamo sottolineare alcuni punti significativi come:

  1. La disarticolazione del Jobs act e quindi una maggior tutela dei lavoratori, grazie all’introduzione di un confronto preventivo con le RSU e il sindacato in caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo.
  2. Nell’assumere la centralità del contratto di lavoro a tempo indeterminato si concordano percorsi di stabilizzazione dei giovani a partire dal tirocinio universitario e l’apprendistato professionalizzante.
  3. Le parti approfondiranno la possibilità e l’opportunità di definire accordi volti alla conciliazione di tempi di vita e tempi di lavoro.
  4. Pur essendo una realtà in pieno sviluppo si concorda che nell’eventualità in cui dovessero ricorrere ipotesi di riduzione del personale di natura collettiva, l’azienda si impegna ad un confronto volto al ricorso degli ammortizzatori conservativi previsti dalla legge.

A ciò si deve un accordo che prevede il valore dei buoni pasto a euro 7,50, un piano sanitario integrativo migliorativo rispetto al CCNL, e procedure più stringenti per quanto concerne la tutela della salute e della sicurezza: si prevede infatti il coinvolgimento degli RLS di tutte le aziende coinvolte negli appalti.

La RSU Energy Tech e la FIOM di Bologna esprimono una grande soddisfazione per l’accordo raggiunto, in quanto i contenuti rappresentano un passo avanti importante per il miglioramento delle condizioni delle lavoratrici e dei lavoratori.

Condividi sui social