Il Contratto Nazionale Paga
7 Giugno 2024

E’ il momento di iscriversi alla Fiom!

Oggi l’Istat ha ufficializzato il valore dell’IPCA per il 2023 su cui, grazie alla clausola di salvaguardia conquistata nei CCNL dell’Industria Metalmeccanica del 2021, vengono adeguati gli importi degli incrementi delle nostre retribuzioni.

Sulla busta paga di Giugno 2024 sarà pertanto riconosciuto un aumento pari al 6,9% su tutti i livelli: per un C3 (ex 5° livello) l’aumento sarà pertanto di 137,50 Euro mensili.

Nei prossimi giorni verranno definiti in appositi incontri con le associazioni delle Aziende le tabelle con gli aumenti per tutti i livelli, gli adeguamenti dei valori delle indennità di trasferta e di reperibilità anche per i CCNL della Piccola Media Industria Unioneccanica-Confapi e delle Cooperative Metalmeccaniche.

Da quando è entrato in vigore nel 2021 il CCNL dei Metalmeccanici ha portato 4 tranches di aumenti mensili:

– 25 euro Giugno 2021

– 25 euro Giugno 2022

– 123,40 euro Giugno 2023

– 137,52 euro Giugno 2024

per un totale di 310,92 euro mensili al livello C3 (ex 5° livello), in tre anni di vigenza del Contratto.

Grazie alla clausola di salvaguardia, conquistata con la tenacia e la mobilitazione delle metalmeccaniche e dei metalmeccanici, siamo riusciti a garantire i nostri salari, dando forza al Contratto Nazionale e conquistando degli aumenti salariali in grado di contrastare gli effetti drammatici dell’inflazione.

Non ci fermiamo qui!

Nella Piattaforma per il rinnovo del Contratto per i prossimi tre anni abbiamo rivendicato un aumento di ulteriori 280 euro per restituire dignità al lavoro e dare un futuro alla industria metalmeccanica del nostro paese.

Per ottenere questi risultati abbiamo bisogno di un sindacato forte e rappresentativo e che abbia gli strumenti, la legittimità e le risorse per essere presente e sempre dalla parte delle lavoratrici e dei lavoratori, dentro e fuori le fabbriche.

Dai forza al tuo Sindacato: è davvero il momento per iscriversi alla Fiom!

La tabella con tutti gli aumenti per ogni livello di inquadramento

e l’aggiornamento del trattamento di reperibilità e trasferta.

Condividi sui social