Grande riuscita dello Sciopero Generale
11 Aprile 2024

Il corteo che ha sfilato per le vie di Bologna questa mattina ha visto una grande partecipazione della Fiom, dei suoi delegati e delegate e delle Lavoratrici e Lavoratori.

Dopo la decisione di ampliare lo sciopero a 8 ore in seguito alla strage avvenuta alla centrale idroelettrica di Bargi, Lavoratrici e Lavoratori delle aziende metalmeccaniche del territorio hanno accolto l’appello di Cgil e Uil a mobilitarsi per dire a Governo e Aziende che non è più tollerabile morire di lavoro.

Simone Selmi, Segretario Generale della Fiom Cgil di Bologna, dal corteo dichiara
Grande riuscita dello sciopero che dimostra la sensibilità delle lavoratrici e dei lavoratori sul tema della sicurezza sul lavoro. Il messaggio che arriva forte e chiaro dalla piazza è che è assurdo nel 2024, a Bologna, morire ancora per portare a casa uno stipendio

I primi dati ci dicono che lo sciopero è riuscito, con un’adesione media del 80%, con picchi del 95 % nella produzione in Lamborghini e Kemet.

In aziende come Versuni, Marzocchi Pompe, Marelli di Crevalcore e Motori Minarelli si è registrato il 90% di adesione.

85% di adesione per la produzione di Toyota, 75% per la Galliani Brazing di Vergato.

Site, Alberto Sassi e Selcom Group raggiungono l’80% di adesione.

Ducati Energia, Ducati Motor, Schnellecke Italia, Mec Track e Marelli di Bologna ci riportano un’adesione intorno al 70%

Le Lavoratrici e i Lavoratori hanno detto a gran voce che è ora di smettere di speculare sulla loro pelle.

Nel giorno dello sciopero generale nazionale, sotto alle due torri oltre 15 mila persone scendono in piazza per rabbia e solidarietà con i morti di Suviana.
Leggi l’Articolo su Collettiva.it

Condividi sui social