IndustriAll prende ad esempio l’accordo Lamborghini
13 Marzo 2024

Nella due giorni organizzata dal sindacato europeo dell’Industria a Zagabria “Making training a reality for quality jobs in European Industries” sul tema delle transizioni, della formazione continua e del miglioramento della qualità del lavoro, ha avuto luogo un momento di approfondimento specifico sull’accordo integrativo Lamborghini tenuto dal responsabile per l’automotive della Fiom Cgil di Bologna Mario Garagnani.

Un focus sulla riduzione dell’orario di lavoro con la sperimentazione della settimana corta di 4 giorni. I rappresentanti sindacali di vari paesi hanno dimostrato grande interesse chiedendo ulteriori informazioni e approfondendo la dinamica della trattativa che è durata più di un anno e la bellezza di 35 incontri tra parti sindacali e azienda.

Hanno espresso la volontà di prendere ad esempio l’accordo di Sant’Agata Bolognese i rappresentanti francesi, spagnoli, tedeschi, finlandesi e polacchi.

I sindacalisti belgi hanno evidenziato che l’accordo Lamborghini è stato inserito in una legge dello Stato che promuoveva la sperimentazione della settimana corta prevedendo addirittura un finanziamento pubblico destinato alle aziende che vi aderivano.

Si conferma quindi la valenza storica dell’accordo e il conseguente dibattito che ne è scaturito si colloca pienamente dentro alla dinamica delle transizioni in atto.

Un’enorme soddisfazione riscontrare il grande interesse dimostrato dai colleghi europei che valorizza il grande lavoro svolto dalla Fiom Cgil e dalla RSU Lamborghini per giungere a questo accordo epocale” dichiara Mario Garagnani, accompagnato nella trasferta Croata dal Segretario Generale della Fiom Bologna Simone Selmi e dal referente internazionale della RSU Lamborghini Luca Zoboli.

Zagabria, 13 Marzo 2024

Condividi sui social