IMA SpA, approvato a grandissima maggioranza l’accordo riguardante i montatori trasfertisti
14 Dicembre 2023

Si sono concluse le votazioni sull’ipotesi d’accordo riguardante i montatori trasfertisti di IMA SpA che ha visto l’approvazione del testo da parte dell’ 86.1% dei lavoratori.

Il nuovo contratto contiene alcune importanti novità, a partire dalla creazione di un Comitato tecnico montatori trasfertisti composto da Azienda e RSU con un ruolo consultivo, informativo e propositivo su tematiche importanti come Salute e Sicurezza, problematiche sanitarie, strumenti innovativi (PC, strumenti informatici), note spese ect.

  • In materia di voli aerei viene riconosciuta ai lavoratori, dopo 8 ore di volo non consecutivo, la “classe business”;  
  • le pause per il pasto avvenute in aeroporto saranno considerate come ore di viaggio;
  • il costo del pasto avvenuto in aeroporto sarà rimborsato dall’azienda;
  • al ritorno dalla trasferta, se l’arrivo in aeroporto dovesse avvenire oltre le ore 00.00, tutte le ore successive saranno considerate come lavorate; se poi l’ arrivo dovesse avvenire tra le 00.00 e le 2.00, ci sarà una ulteriore ora di abbuono; infine, se dovesse avvenire oltre le 2.00 l’abbuono sarà di due ore.

Se il lavoratore dovesse utilizzare la propria auto, nel caso in cui non fossero disponibili auto aziendali, verrà rimborsato in base alle tariffe ACI vigenti.

Vengono previste inoltre migliori condizioni e modalità per quanto concerne gli spostamenti durante la trasferta nel rispetto della sicurezza dei lavoratori.

Per quanto riguarda invece le indennità di trasferta è previsto un aumento di circa il 10% in due tranche, mentre il rimborso per pasto e cena giornalieri sarà portato da euro 60.00 a 90.00, quindi con un aumento del 50%.

E’ previsto inoltre un incremento del massimale di spesa per pasto da euro 80 a euro 120 in caso di capienza.

Viene introdotta per la prima volta una modalità di indennità di trasferta anche per le attività svolte nella provincia.

La FIOM-CGIL di Bologna giudica molto positivamente l’accordo sottoscritto, in quanto il rinnovo avviene dopo molti anni dalla sigla dell’ultimo contratto in merito.

Ringraziamo inoltre i Lavoratori per il grande contributo di idee e per la massiccia partecipazione al voto.

14/12/2023

Condividi sui social