CONTRATTO AZIENDALE G.D: I LAVORATORI VOTANO IN MASSA L’IPOTESI DI ACCORDO.
29 Giugno 2023

Nei giorni scorsi si sono chiuse le votazioni sul rinnovo del Contratto integrativo Aziendale 2023 – 26 della G.D, storica azienda del territorio, leader nel settore delle macchine automatiche.

Il voto ha visto una altissima partecipazione delle Lavoratrici e dei Lavoratori della G.D (il 71,05 % degli aventi diritto) i quali si sono espressi a favore con una percentuale altissima: il 90,05%.

L’accordo approvato oggi dai lavoratori prevede significativi miglioramenti in particolar modo sui seguenti argomenti:

SALARIO

La parte fondamentale è legata agli importanti aumenti salariali, coerenti con le esigenze di recupero del potere d’acquisto dei salari delle lavoratrici e dei lavoratori, così ottenendo un importante incremento retributivo mensile pari a 140 € così distribuiti: 70€ erogati a Ottobre 2023, 35 € a ottobre 2025 e 35€ a ottobre 2026.Un incremento del premio di risultato che porta il massimo raggiungibile a 3500 € annui, riparametrato al livello C3 (ex 5° livello).

Sempre in relazione al tema salariale altro importante risultato è la non assorbibilità dei superminimi individuali a fronte degli aumenti contrattuali del CCNL. Di fatto un lavoratore di livello C3 (ex 5° livello) in GD, nel 2023, per effetto del meccanismo di rivalutazione salariale del Contratto di Federmeccanica e dell’ipotesi di accordo, avrà un aumento salariale complessivo pari a circa 200€ mensili (circa 123 euro del CCNL e 70 del contratto aziendale).

PERMESSI
Tra le innovazioni introdotte il riconoscimento di 12 ore di permesso aggiuntivo annue per i famigliari intesi come concetto di famiglia allargata.

PARTECIPAZIONE

Un meccanismo di contrattualizzazione aggiuntiva delle trasferte, degli interventi da remoto ed un sistema di relazioni sindacali più partecipativo, costituendo commissioni tecniche bilaterali e gruppi di lavoro che prevedono anche la partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori.

PREMIALITA’

Altra importante novità è l’introduzione di un sistema di ulteriore premialità, individuale e collettiva sull’efficientamento di alcune aree aziendali. Le commissioni o i gruppi di lavoro, composti da Azienda e RSU, dovranno valutare e concordare quali azioni necessarie per raggiungere gli obiettivi di efficientamento che determineranno un ulteriore meccanismo premiante dell’area interessata.

RICAMBIO GENERAZIONALE
Nel contratto è previsto un importante intervento di rinnovamento generazionale che, nelle prossime settimane, si concretizzerà in un accordo in grado di incentivare le uscite volontarie legate al raggiungimento dell’età pensionabile.

FIOM, FIM e UILM esprimono grande soddisfazione sia per la grande affluenza alle urne che per l’esito del voto. Entrambi questi dati dimostrano chiaramente l’apprezzamento dei Lavoratori G.D per una contrattazione di qualità grazie alla quale crescono ulteriormente salari, diritti e tutele.

Bologna 29/06/2023

FIM-FIOM-UILM Territorio di Bologna


Delegate e Delegati FIM-FIOM-UILM, RSU-G.D

I

Condividi sui social