Aeroporto di Bologna: cambio appalto manutenzione piste aeree Bologna-Forlì-Parma
25 Ottobre 2021

La FIOM CGIL di Bologna, Parma e Forlì e la Uilm-Uil di Bologna, hanno richiesto e ottenuto con urgenza, grazie all’Assessorato al Lavoro e allo Sviluppo Economico della regione Emilia Romagna, un Tavolo istituzionale per sollecitare l’azienda Co.Ge.Pa. a discutere e concretizzare la condizione contrattuale dei lavoratori coinvolti nel cambio appalto.

La Co.Ge.Pa telecomunicazioni impiega circa 20/25 lavoratori con mansioni di grande responsabilità in quanto gestori di tutta la rete delle centrali elettriche delle torri di controllo nonché’ delle piste degli aeroporti Emiliani di Bologna, Parma e Forlì, e non avendo vinto il bando di Enav diventa la società uscente ufficialmente il prossimo 1 novembre 2021.

Co.Ge.Pa, ad oggi, oltre a non aver ottemperato alla normativa di comunicazione alle OOSS di cambio appalto, non ha voluto avere alcun tipo di relazione sindacale che portasse alla gestione contrattuale e occupazionale dei lavoratori ad oggi coinvolti e ignari ancora oggi del proprio destino.

E’ stata importante, per arrivare all’incontro svoltosi venerdì scorso 22 ottobre, la sinergia tempestiva tra Organizzazioni Sindacali di categoria e l’Assessorato al Lavoro e allo Sviluppo Economico della Regione che correttamente, nel corso dell’incontro, ha sottolineato l’importanza del Patto per il Lavoro che esiste e funziona in questa regione e che va rispettato dalle imprese che lavorano in Emilia Romagna.

Al tavolo istituzionale sono coinvolte anche la nuova società e la società Enav che assegna i bandi.

Nei prossimi giorni si svolgeranno i singoli incontri tra le Organizzazioni Sindacali e tutte le società coinvolte, per garantire a tutti lavoratori la continuità occupazionale e quindi il mantenimento delle professionalità raggiunte nell’arco degli anni, il rispetto del CCNL applicato dei diritti contrattuali acquisiti. A seguito degli incontro svolgeranno le assemblee sindacali per tutti i lavoratori.

Deve essere chiaro sin d’ora che le Organizzazioni Sindacali dei metalmeccanici tutte metteranno in campo tutte le azioni necessarie per il rispetto e la dignità dei lavoratori.

Bologna, 25 ottobre 2021

FIOM-CGIL Bologna, Forlì e Parma – UILM-UIL Bologna

Condividi sui social