Incidente mortale presso la Sa-tam di Monteveglio
25 Agosto 2021

Inaccettabile che la ripresa delle attività produttive sia pagata, anche con la vita, dalle lavoratrici e dai lavoratori

Abbiamo appreso che, nella giornata di oggi, si è verificato un incidente mortale dentro lo stabilimento della Sa-tam, piccola azienda artigiana di Monteveglio, che sembrerebbe riguardare un lavoratore di un’azienda esterna che era impegnato sugli impianti elettrici.

Innanzitutto esprimiamo vicinanza alla famiglia del lavoratore e ci mettiamo a disposizione per fornire tutta l’assistenza – anche legale – che si dovesse rendere necessaria.

Confidiamo che le autorità preposte facciano piena luce su quanto accaduto e che siano accertate tutte le responsabilità.

Confermiamo che la Fiom CGIL di Bologna, appena sarà possibile, si costituirà parte civile nel procedimento giudiziario in merito all’infortunio mortale. Nelle prossime ore, insieme a Fim e Uilm valuteremo quali iniziative mettere in campo perché appare ormai evidente che anche nel nostro territorio, che la ripresa delle attività produttive dopo il lockdown si sta realizzando a discapito della sicurezza e sulla pelle delle lavoratrici e dei lavoratori.

Bologna, 25.08.2021 Fiom Cgil Bologna

Abbiamo appreso che, nella giornata di oggi, si è verificato un incidente mortale dentro lo stabilimento della Sa-tam, piccola azienda artigiana di Monteveglio, che sembrerebbe riguardare un lavoratore di un’azienda esterna che era impegnato sugli impianti elettrici.

Innanzitutto esprimiamo vicinanza alla famiglia del lavoratore e ci mettiamo a disposizione per fornire tutta l’assistenza – anche legale – che si dovesse rendere necessaria.

Confidiamo che le autorità preposte facciano piena luce su quanto accaduto e che siano accertate tutte le responsabilità.

Confermiamo che la Fiom CGIL di Bologna, appena sarà possibile, si costituirà parte civile nel procedimento giudiziario in merito all’infortunio mortale. Nelle prossime ore, insieme a Fim e Uilm valuteremo quali iniziative mettere in campo perché appare ormai evidente che anche nel nostro territorio, che la ripresa delle attività produttive dopo il lockdown si sta realizzando a discapito della sicurezza e sulla pelle delle lavoratrici e dei lavoratori.

Bologna, 25.08.2021 Fiom Cgil Bologna

Condividi sui social