Sadel Spa: proclamato lo stato di agitazione. I lavoratori chiedono una contrattazione aziendale e meritano ascolto!
9 Aprile 2021

I LAVORATORI DI SADEL spa CHIEDONO UNA CONTRATTAZIONE
AZIENDALE E MERITANO DI ESSERE ASCOLTATI

I lavoratori di Sadel spa, gruppo Almaviva, hanno da sempre dimostrato
responsabilità in merito alle scelte aziendali, offrendo il proprio tempo e competenze anche in condizioni eccezionali, come in questo ultimo anno di pandemia.
I lavoratori non hanno mai smesso di lavorare, sviluppando progetti importanti per l’azienda e per la sua presenza sul mercato.
Tramite la Rsu Fiom si sono avanzate richieste di migliori condizioni lavorative sia per i lavoratori che operano in remoto, sia per i lavoratori operativi in sede.
L’azienda è stata sempre sfuggente.
Solo cronologicamente per ultimo, la Rsu Fiom, unitamente alla Organizzazione Sindacale Fiom, ha richiesto formalmente un incontro in data 24/02/2021, sollecitato poi in data 07/03/2021, volto ad iniziare un percorso di confronto sul contratto integrativo aziendale a fronte di una piattaforma validata dalle lavoratrici e dai lavoratori Sadel spa. A tutt’oggi l’azienda non ha fornito una data per il confronto.
Questo comportamento rischia di essere lesivo della dignità dei lavoratori, del loro lavoro, del tempo e delle competenze spese per l’azienda.
I lavoratori di Sadel riunitisi ieri in assemblea chiedono rispetto: meritano democrazia e ascolto delle istanze avanzate.
Si proclama pertanto lo stato di agitazione che si concretizzerà nei tempi e nelle forme che la Rsu Fiom e i lavoratori riterranno opportuni.
Su queste tematiche, chiediamo all’azienda una risposta e un confronto in tempi brevi.
Castel Maggiore, 09/04/2021

Rsu Fiom e Fiom Cgil

Condividi sui social