Già avviato confronto con MEMO e IMA sulle prospettive produttive dei siti di Gaggio Montano e Silla. Escluse a priori conseguenze negative sull’occupazione.
23 Ottobre 2020

Da alcune settimane è aperto un confronto in sede sindacale tra la nuova RSU MEMO assistita dalla Fiom Bologna e le direzioni di MEMO e IMA sulle prospettive produttive e occupazionali dei siti di SILLA e GAGGIO MONTANO.

Attualmente i 25 dipendenti MEMO, come purtroppo molti altri lavoratori del territorio, sono sospesi dal lavoro in CIGO con causale COVID.

Al di là della situazione contingente, nel confronto appena iniziato sono in corso di valutazione l’andamento di questa nuova realtà in termini produttivi e di sostenibilità economica.

Ci teniamo a precisare che fin dall’inizio del confronto, su nostra sollecitazione, è stata esclusa da parte di MEMO e IMA qualsiasi iniziativa che possa avere conseguenze negative sugli attuali livelli occupazionali.

Bologna, 23 ottobre 2020

RSU MEMO /FIOM-CGIL BOLOGNA

Condividi sui social