Site SPA: sottoscritto un accordo per l’attivazione dello smart work. Primo accordo sul lavoro agile nel settore delle installazioni telefoniche
26 Giugno 2020

E stato sottoscritto nella giornata di ieri un importante accordo sul lavoro agile tra la Site spa di Bologna, la RSU e la FIOM CGIL di Bologna. La Site è una delle principali e storiche aziende italiane nel campo delle istallazioni telefoniche e del segnalamento ferroviario e occupa circa 2000 addetti sul territorio nazionale.

Con questo accordo si è trovata una equilibrata sintesi tra le necessità e le esigenze dell’Azienda con quelle delle lavoratrici e dei lavoratori, anche con lo sguardo orientato alla sostenibilità ambientale.

L’accordo parte dall’obiettivo condiviso di salvaguardare l’efficienza, la produttività e la competitività aziendale in un contesto di cambiamento del mondo del lavoro caratterizzato dagli impatti delle nuove tecnologie e della digitalizzazione, investendo verso una maggiore responsabilizzazione, autonomia e orientamento ai risultati da parte dell’ente persone coinvolte.


In campo sindacale ai lavoratori continueranno ovviamente ad essere applicati il CCNL e la contrattazione aziendale con la garanzia dei diritti sindacali della legge 300/70; i lavoratori e le lavoratrici manterranno il loro orario di lavoro introducendo così il diritto alla disconnessione, per il tempo della giornata al di fuori del normale orario di lavoro.

I lavoratori e le lavoratrici potranno effettuare la prestazione lavorativa in smart working presso la propria abitazione o presso ambienti di co-working.

In ottemperanza alle norme sul lavoro agile si conferma la piena copertura assicurativa INAIL in caso di infortunio sul lavoro e l’impegno dell’Azienda ad una specifica informazione alle persone coinvolte dei rischi specifici derivanti dall’effettuazione della prestazione in modalità smart working.

L’azienda dovrà inoltre organizzare un incontro preventivo di formazione/informazione con le persone potenzialmente interessate e la RSU con lo scopo di chiarire gli obbiettivi e le modalità tecniche di svolgimento della prestazione di lavoro in smart-working.


La FIOM CGIL di Bologna esprime soddisfazione per la accordo raggiunto che può essere da esempio e apripista per la diffusione di esperienze simili in altri siti italiani dell’Azienda e nel settore.

Bologna 26 giugno 2020 FIOM CGIL BOLOGNA

Condividi sui social