Adesione alla manifestazione indetta dalla Fiom e dalla Cgil di Modena il prossimo 25 febbraio.
19 Febbraio 2019

L’Assemblea Generale della FIOM di Bologna esprime preoccupazione e indignazione per quanto sta succedendo a Modena, dove lavoratori e funzionari della FIOM (9 lavoratori e 1 funzionari) impegnati nella difficile vertenza contro lo spostamento e la chiusura della FRAMA ACTION / Gruppo HELLA di Novi di Modena sono stati denunciati per aver svolto presidi davanti allo stabilimento.

Siamo preoccupati perché queste denunce sembrano voler intimidire i lavoratori e le lavoratrici che, insieme alla FIOM, manifestano e protestano contro scelte unilaterali dell’azienda che mettono a rischio il loro futuro. Siamo indignati perché, mentre le Aziende che chiudono e delocalizzano lo fanno in totale libertà – ignorando l’art. 41 della Costituzione-, i lavoratori che si organizzano per contrastare tali scelte oltre che perdere il loro lavoro vengono addirittura denunciati.

Per questi motivi l’Assemblea Generale della FIOM di Bologna esprime la propria solidarietà e quella di tutti i metalmeccanici bolognesi ai compagni e alle compagne della FIOM di Modena e impegna la FIOM di Bologna ad essere presente con una propria delegazione alla manifestazione indetta dalla FIOM e dalla CGIL di Modena il prossimo 25 Febbraio davanti all’ingresso della prefettura di Modena per affermare che le proteste dei lavoratori non possono essere gestite come un problema di ordine pubblico e per protestare contro un sistema di norme che penalizzano i lavoratori che manifestano in risposta alla violazione dei loro diritti. Sasso Marconi, 19 febbraio 2019 

Condividi sui social