GEA Refrigeration Italy, i lavoratori vogliono chiarezza! Proclamato un pacchetto di 8 ore di sciopero
22 Marzo 2018

Le lavoratrici ed i lavoratori della GEA Refrigeration Italy S.p.A. di Castel Maggiore oggi riuniti in assemblea, –  vista l’assenza di risposte da parte dell’azienda in merito all’ipotesi di vendita, nonchè il contenuto dell’ultima comunicazione aziendale datata 19 marzo che ha ulteriormente aggravato le preoccupazioni anziché dissiparle, –  ribadiscono con forza le loro richieste:

 

  • In primo luogo i lavoratori vogliono potersi confrontare con un interlocutore credibile che sia in grado di fornire le informazioni necessarie.

 

  • I lavoratori vogliono sapere chi sono i decision makerdi Gea e perché si profila questa ipotesi di dismissione proprio in un momento di incremento degli ordinativi.

 

  • I lavoratori vogliono sapere chi sarebbero i potenziali acquirenti, se si sta immaginando una frammentazione dell’azienda, e quale sarebbe l’eventuale prezzo di vendita.

 

  • Infine, i lavoratori della sede di Castel Maggiore vogliono poter confrontarsi sul merito, e poter dire le loro sul futuro che li attende.

 

Se queste legittime richieste che ad oggi non hanno ancora trovato risposta non dovessero essere prese in considerazione dall’azienda entro dieci giorni, l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori delibera un pacchetto di otto ore di sciopero da effettuarsi dopo tale periodo.

 

Bologna, 22/03/2018

  

RSU FIOM Gea Refrigeration Italy di Castel Maggiore

Condividi sui social