Vertenza Titan: Comunicato stampa FIOM
1 Dicembre 2015

Raggiunto un accordo per i premi aziendali del 2016

E’ stato approvato dalle assemblee dei lavoratori della TITAN di Bologna (Crespellano) e Modena (Finale Emilia), l’accordo che definisce le quantità economiche previste come premi aziendali per l’anno 2016, oltre a confermare la validità degli attuali accordi aziendali in vigore a Crespellano e Finale Emilia.

Questa è un’ulteriore tappa del confronto che dovrà portare ad un’armonizzazione contrattuale e ad avere un unico accordo aziendale per tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici di Titan Italia, anche a seguito della decisione dell’azienda di concentrare la produzione delle ruote per il settore agricolo a Finale Emilia, mantenendo a Crespellano la produzione dei freni e gli uffici del Gruppo.

L’accordo raggiunto è un risultato assolutamente non scontato e frutto della determinazione dei lavoratori, anche perché Titan è inserita in un mercato che continua a non vedere segnali di uscita dalla crisi. L’accordo permetterà all’azienda di concentrarsi negli sforzi per acquisire nuovi clienti e rafforzare le proprie posizioni sul mercato rimandando al 2016 il confronto necessario per costruire un unico accordo per tutti i lavoratori della Titan.

Le cifre previste dall’accordo sono in linea con quanto erogato nel corso del 2015 e quindi l’accordo riesce a mantenere, pur in un contesto di difficoltà di mercato e di cambiamenti in corso nell’azienda, sia l’assetto contrattuale e dei diritti individuali dei lavoratori, sia la tutela delle retribuzioni, anche quelle aggiuntive.

Oggi Titan, anche alla luce delle uscite volontarie che si sono registrate in entrambi i siti (ma prevalentemente a Bologna) nel corso dell’anno, occupa complessivamente 361 lavoratori, di cui 206 a Finale Emilia, 143 a Crespellano (destinati però a rimanere una cinquantina a seguito dei trasferimenti a Finale già pianificati) e 12 a Jesi.

Bologna, 24 novembre 2015

RSU FIOM TITAN Bologna                                                    FIOM CGIL Bologna

Condividi sui social