Alstom, il giudice: “E’ comportamento antisindacale”. Vittoria della FIOM!
18 Dicembre 2013

COMUNICATO STAMPA

 –          I giudici danno nuovamente ragione alla FIOM  –

Accolto il ricorso FIOM nei confronti della multinazionale francese Alstom.

Si conclude con il successo giudiziario della FIOM-CGIL la vertenza con il colosso francese leader mondiale nella produzione di illuminazione ed elettronica ferroviaria.

Nel maggio di quest’anno la multinazionale francese Alstom aveva negato alla FIOM un’ora di assemblea retribuita sulla base del fatto che la FIOM non era firmataria dell’ ultimo Contratto Nazionale dei Metalmeccanici, in ciò seguendo l’esempio della Fiat a guida Marchionne.

Oggi il giudice accoglie le istanze della FIOM dichiarando il comportamento dell’ Alstom antisindacale.

Il dispositivo giudiziario dichiara “(…) l’antisindacalità del comportamento della società convenuta consistente nell’aver negato la perdurante applicazione del Contratto Nazionale del 20.01.08, sottoscritto anche dalla FIOM-CGIL, ed ordina alla società convenuta la cessazione del comportamento antisindacale adottando provvedimenti utili per la rimozione di tale condotta ed in particolare riconoscendo il diritto di assemblea (…)”

La FIOM-CGIL di Bologna apprende con soddisfazione il pronunciamento del giudice pur dichiarandosi dispiaciuta che una vicenda che avrebbe potuto risolversi semplicemente con un poco di buon senso da parte dell’azienda, abbia invece dovuto attendere il pronunciamento del giudice. Se l’Alstom, invece di seguire le sirene di Marchionne, avesse adottato scelte più ragionevoli ora non si troverebbe nell’imbarazzante situazione di vedersi smentita clamorosamente dall’autorità giudiziaria. Questa sentenza, del resto, conferma ancora una volta la fondatezza della linea della FIOM. L’Alstom purtroppo, che i treni li costruisce bene, questa volta ha perso il treno più importante: quello del rispetto delle libertà sindacali. Ci ha pensato la FIOM a riportare l’Alstom sul giusto binario.

Bologna, 18 Dicembre 2013

p. la FIOM-CGIL Territoriale Marco Colli

Condividi sui social