Replica al Segretario della Cisl di Bologna
6 Maggio 2013

In un’ intervista di oggi al Resto del Carlino, il Segretario della Cisl di Bologna Alberani
afferma che la Fim-Cisl avrebbe rinunciato di propria spontanea volontà all’ 1/3 della
rappresentanza sindacale in GD per poter garantire la presenza in quell’ azienda dei delegati
della Fiom. Questo presunto gesto di generosità è assolutamente privo di fondamento.
Vediamo perché.
In GD, la Fiom, durante le ultime elezioni delle Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU), ha
preso 774 voti, pari esattamente al 77,95% dei votanti. La Fim-Cisl ha preso invece 86 voti,
pari all’ 8,66% dei votanti.
Pur con questo risultato la Fim ha ottenuto 6 delegati su un totale di 36 eletti andando ben
oltre la propria reale rappresentanza.
Desideriamo fare questa precisazione affinché possa essere chiaro a tutti, se mai ce ne fosse
ancora bisogno, che è la Fiom ad aver rinunciato ad alcuni delegati per consentire alla Fim di
poter godere di una rappresentanza dignitosa in azienda; con ciò dimostrando ancora una
volta che la propria azione sindacale, a differenza di quella di altri, non ha mai mirato all’
esclusione di alcuno.
Bologna, 06 Maggio 2013
Il Segretario Generale FIOM Bologna
Giordano Fiorani

Condividi sui social