Ordine del giorno Consiglio Generale
9 Giugno 2012
ORDINE DEL GIORNO
Il Consiglio Generale della FIOM di Bologna, riunito oggi 7/6/2012, esprime tutta la propria solidarietà alle lavoratrici, ai lavoratori e ai cittadini che sono stati colpiti dalla devastazione del sisma dei giorni scorsi.
Il C.G. chiede agli Organi competenti che sia fatta piena luce su eventuali responsabilità in merito alle modalità utilizzate per la realizzazione dei capannoni che si sono trasformati in trappole mortali per molti lavoratori.
Cosi come non può essere accettabile la volontà di imprese che utilizzando il momento di difficoltà pensano di superarlo attraverso processi di delocalizzazione delle proprie  attività produttive.
Queste situazioni vanno combattute, vanno respinte posizioni strumentali tese a scaricare sulle spalle dei più deboli le conseguenze della situazione drammatica che il sisma ha generato.
In tal senso il C.G. invita le Istituzioni, le Associazioni Imprenditoriali ad adoperarsi perchè tali processi non si realizzino.
In particolare il C.G. della FIOM ritiene che vadano individuate aree, capannoni anche inutilizzati, che siano agibili, nelle zone limitrofe dove trasferire in via temporanea impianti e lavoratori per dare continuità produttiva e occupazionale alle imprese e ai lavoratori in attesa della ricostruzione.
Il C.G. della FIOM di Bologna invita tutte le lavoratrici e i lavoratori Metalmeccanici ad aderire alla sottoscrizione di 1 ora lanciata da CGIL CISL UIL di Bologna come contributo a favore delle popolazioni colpite dal terremoto.

Condividi sui social