Contro la guerra: Ordine del Giorno del Consiglio Generale FIOM.
29 Marzo 2011

Il Consiglio Generale della FIOM di Bologna condanna la repressione militare attuata dal dittatore Gheddafi per reprimere la rivolta di una parte importante del Popolo Libico.

Esprime l’ assoluta contrarietà alla guerra che non può essere giustificata da ragioni umanitarie.

Chiede che cessino subito i bombardamenti e tutte le attività militari per sostituirli, con un ruolo attivo dell’ ONU, con un confronto politico di tutti i soggetti per dare un futuro democratico alla Libia.

Il Consiglio Generale della FIOM di Bologna invita tutti i propri iscritti e militanti, i Metalmeccanici tutti, a partecipare alle iniziative che abbiano questo obiettivo e per la Pace nel mondo, a partire dalla manifestazione nazionale già promossa per il prossimo 2 Aprile.

Approvato con 2 astenuti

Bologna, 25 Marzo 2011

Scarica .pdf

Condividi sui social